Sulla Luna esistono costruzioni artificiali opportunamente progettate

 

untitled

“Sulla Luna esistono costruzioni artificiali opportunamente progettate”, ribadì negli
anni Settanta il naturalista americano Ivan Sanderson, sulla rivista scientifica
“Argosy”.

0

Ma fu nel 1976 che gli ambienti scientifici venivano messi in subbuglio dall’uscita
del libro di uno studioso americano, George H. Leonard, “Qualcun altro è sulla
Luna”.

hqdefault (1)
IL COVER UP NASA
Pur non disponendo di precise competenze scientifiche, Leonard era arrivato a
dichiararsi certo dell’esistenza di vita intelligente sulla Luna, dopo avere
osservato centinaia di fotografie raccolte dalla NASA.

11_131110145127_1

 

“In esse”, sosteneva lo
studioso, “si vedono chiaramente cupole abitative e macchine al lavoro e
strutture, che dimostrano chiaramente che sulla Luna esiste vita aliena”. Il
volume, scritto in un’ottica chiaramente cospirativa, passava sotto silenzio negli
ambienti accademici ma riscuoteva un grande successo di pubblico, e veniva
pubblicato anche all’estero (in Italia da Armenia); in esso Leonard giustificava le
proprie convinzioni citando come fonte un certo Samuel Wittcomb, pseudonimo
dietro il quale si sarebbe celato un sedicente scienziato della NASA in possesso
di materiali segretissimi e censurati, in seguito allontanato dall’ente spaziale.

20130809112210575
Leonard era convinto che “la NASA, in un periodo di grandi ristrettezze
economiche, non avesse investito miliardi di dollari per raggiungere la Luna solo
una forma di esibizionismo verso i sovietici o perché essa si trovava lassù”. L’ente
spaziale americano, secondo lo studioso, sapeva con certezza dell’esistenza di
vita sulla Luna.

527e0bf19670c50c93d3a5b803355f76

 

“Si può frugare molto a lungo negli archivi fotografici della NASA
aperti al pubblico e non accorgersi di niente”, dichiarava nel 1976 lo scrittore; “ma
io ho esaminato personalmente parecchie migliaia di ottime diapositive, notando
delle anomalie e trucchi fotografici evidenti. Alcune foto sono state ritoccate, altre
censurate perché sollevavano una serie di problemi, in quanto dimostravano che
la Luna è occupata da una o più razze tecnologicamente molto progredite”.

images (1)

images (3)

 

 

About admin