UFO KGB

Con il cambiamento delle priorità politiche,  molti documenti degli archivi segreti del KGB  ora sono a disposizione del pubblico.

Un membro del KGB dichiara: i documenti declassificati raramente sono nella loro forma originale.

In precedenza sono stati “ripuliti”, eliminando le informazioni che l’agenzia non vuole rendere pubbliche.

Eppure questi documenti possono fornire ai ricercatori delle informazioni – in particolare, sui casi di alieni e di UFO.

 

Per molti anni l’Unione Sovietica ha operato politicamente sugli oggetti volanti non identificati, dicendo alla popolazione che gli UFO non esistono,  i corpi celesti osservati dai cittadini sono dei dispositivi della NATO, progettati per spiare il paese.

Gli appassionati che diffondono materiali sugli UFO o alieni creano agitazione e sono antisovietici.

Allo stesso tempo, molti testimoni di UFO hanno fatto dichiarazioni scritte, che vengono accuratamente archiviate e organizzate negli archivi del KGB.

Igor Sinitsyn, assistente capo del KGB , in un’intervista a “The Observer” ha detto di aver visto nell’ufficio del suo capo Yuri Andropov, una vasta documentazione sul tema del fenomeno UFO.

Questo è accaduto nel 1977 – dopo l’apparizione di un enorme oggetto sconosciuto nel cielo di Petrozavodsk. La documentazione includeva il monitoraggio delle pubblicazioni  sulle stampe estere.

Il capo del KGB studiò attentamente il materiale, poi tirò fuori una cartella blu.

La cartella conteneva i rapporti ufficiali di controspionaggio sugli incontri con gli UFO.

Su ordine di Andropov venne sviluppato un programma, richiedeva ad ogni soldato di segnalare tutti i casi di avvistamenti UFO.

La cosa più interessante è la “cartella blu”, il cui contenuto lo può leggere solo la dirigenza del paese.

Nel 1991,  c’erano 124 pagine di testo stampato: relazioni su incontri con oggetti non identificati.

Ecco il contenuto di alcuni documenti, che sono stati tenuti nella cartella misteriosa.

28 luglio 1989, dischi volanti sopra i magazzini dei missili, che si trovano a nord est della città di Kapustin Yar, regione di Astrakhan.

I soldati  osservarono tre oggetti a forma di dischi con un diametro di 4-5 metri. Apparivano brillanti, non facevano nessun rumore. Anche un caccia riuscì avvinarsi, purtroppo , il nome del pilota e i dettagli sono stati coperti con inchiostro.

L’oggetto volante emetteva dei segnali luminosi che ricordavano un flash.

Altri documenti nella “cartella blu” descrivono il contatto con gli UFO, verificato nel 1984 nel Turkmenistan. Nel sistema di difesa aerea, lungo la costa del Mar Caspio ad una altezza di 2000 metri, al confine di Stato è stato visto volare un oggetto sferico.

In aria ci sono stati due tentativi di abbattere un UFO, senza successo. Inoltre, quando i militari hanno iniziato a sparare, l’ufo è sceso bruscamente a 100 metri da terra – a quell’altezza non è consentito il tiro a lungo raggio.

Casi simili nella “cartella blu” ce ne sono poche decine. Questa documentazione indica due fatti: in primo luogo, esistono gli UFO, e in secondo luogo, nonostante la smentita ufficiale, il KGB si è attivamente impegnato nella raccolta di informazioni riguardanti gli oggetti non identificati.

 

L’Unione Sovietica aveva recuperato una nave aliena?

In Occidente, si solleva periodicamente una domanda, se la difesa aerea sovietica avesse recuperato un disco volante di origine extraterrestre con cadaveri umanoidi, poi studiati a fondo presso l’Istituto di Semashko. L’UFO era stato abbattuto nel 1968 negli Urali vicino alla città di Berezniki. Gli ufologi hanno dato questa notizia come una bufala.

“abbattuto un UFO nel 1968” e “autopsia aliena” Molti riconoscono un falso o forse è vero?

Tuttavia, non molto tempo fa in una intervista televisiva a P. Klimchenko (ex ufficiale del KGB) con le sue parole confermò l’articolo del quotidiano “Evening Sverdlovsk” del 29 novembre 1968.

In più ci fu un testimone che vide l’incidente e subito arrivarono i militari che ripulirono la zona.

P. Klimchenko dichiarò che l’operazione per individuare e catturare l’UFO aveva il nome in codice “Миф”(MITO). Venne trovato anche un cadavere umanoide (non umano) e gli venne fatta l’autopsia.

Quanto sono affidabili queste informazioni?

Nella “cartella blu” o in qualsiasi altro documento rilasciato dal KGB di questa storia non c’è traccia. Ma,  i documenti di Klimchenko  dimostrano, e danno l’impressione che sia una storia vera. Ad esempio, l’ordine del  ministero della Difesa al Distretto Militare degli Urali,  per elencare le fasi di individuazione dell’UFO.

Tutti i rapporti, secondo Klimchenko, andavano tempestivamente al capo del dipartimento scientifico, colonnello del KGB Alexander Grigoriev. Nei documenti  dell’autopsia dell’umanoide, erano inseriti anche i nomi dei medici – Kamershov, Sawicki e Gordienko. Per motivi non chiari, sono tutti morti improvvisamente nella stessa giornata.

Tutti e tre erano veri luminari della scienza – La morte dei medici solleva ancora molti interrogativi.

Alcuni giornalisti stranieri sostengono che le informazioni trapelate sulle attività dell’ex Kgb, sono state divulgate deliberatamente. Ma per quale scopo? In risposta a una storia simile degli Stati Uniti.. Come sapete, nel 1995, molti media statunitensi hanno accusato la Cia di aver recuperato una navicella aliena e di nascondere questo fatto, ma le autorità hanno dichiarato di non aver mai recuperato un UFO.

L’Emittente televisiva americana TNT proprietaria deii documenti e del video dell’ “alieno sovietico” non nasconde di averli acquistati in Russia da ex dipendenti del KGB, ora in pensione.

In particolare, le foto dell’autopsia dell’umanoide, sono state acquistate dall’emittente per 10 mila dollari. I venditori del materiale alla TV, naturalmente, sono rimasti anonimi.

Sull’attività del KGB esistono voci e leggende, anche con la declassificazione degli archivi, non smetteranno di circolare. Per separare la verità dalla disinformazione controllata è estremamente difficile.

L’unica certezza che l’esistenza degli UFO continuerà a colpire gli interessi della sicurezza nazionale.

Tags: , , ,

About admin