Allungare il tempo

In situazioni estreme, quando una persona è sull’orlo tra la vita e la morte, il tempo comincia a correre diversamente – si  allunga o  si comprimi.

rallentare il tempo

Nel 1976, l’equipaggio della  Marina  durante un test di volo si è trovato  in una situazione molto pericolosa: il carburante di un serbatoio senza pressione di un “Mig-29” alloggiato nella stiva si era versato sul pavimento, circa 4 tonnellate di kerosene. L’aereo si trasformò in una grossa bomba volante, pronto ad esplodere.

Inoltre, c’era un potente temporale con moltissimi fulmini che circondavano il velivolo, indifesi letteralmente da tutte le parti … E proprio in quel momento,  per tutti i 12 membri dell’equipaggio, il tempo si fermò improvvisamente, come se tutto fosse stato congelato.

Un altro caso è capitato al pilota collaudatore, Marco Gallo:

Improvvisamente, vidi una lunga lingua di fuoco fuoriuscire dallo scafo inferiore del mio veivolo… sotto la cabina vedevo del fumo blu …  per qualche strano motivo il conteggio del tempo cambiò.  Sembrava che il tempo si fosse quasi fermato! “.

 

Così, in situazioni critiche, quando una persona è sull’orlo tra la vita e la morte, il tempo inizia a correre in modo particolare.

Poi, naturalmente, il corpo si rilassa mentre che è tutto rallentato, e solo allora ritorna alla normalità. Una volta che il pericolo è passato, le persone rimangono scioccate. Come cadere fuori dal nostro tempo normale? Prima cosa serve  un terribile minuto, quindi uno shock!

Gli effetti di questo possono essere incredibili: davanti al pericolo cambia il tempo e in alcuni casi anche la forza.

I muscoli non diventano più forti, in queste situazioni si aumenta la forza di moto,  per via del tempo allungato.

Ora diventa chiaro, perché, per sfuggire ai lupi, la gente a volte sale su dei tronchi completamente lisci o quando vedono un orso, riescono saltare recinzioni molto alte.

Invece accade il contrario quando il pericolo è vicino, ma non è ancora giunto, il tempo non è allungato e compresso, come se il corpo avesse bisogno di una riserva di tempo.

Questo fenomeno è stato confermato negli studi sperimentali.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Tumblr

About admin