E’ in arrivo l’Era Glaciale

Da qualche giorno circola nei dietro le quinte dei maggiori Centri Meteo Mondiali, la scoperta fatta un mese fa dalla NASA: il gelo è stato causato da una anomalia presente tra i 20 e 40 km di altezza dal suolo.
 
Tra gli anni ‘50 e ‘70 del secolo scorso, visti i danni che ogni anno cagionano gli uragani che salgono dal Golfo del Messico, gli americani avevano provato, riuscendoci maldestramente, a deviare la rotta di queste terribili tempeste.
 
In Israele i cambiamenti climatici pilotati a far piovere sono routine e divengono ricchezza. A Pechino e Mosca le nubi con precipitazioni vengono dissolte in coincidenza di parate militari. Sono parecchi e da anni gli Stati del Mondo ad essere in grado di modificare il clima.
 
L’uomo è in grado di cambiare i processi climatici sia per scopi benefici che bellici. Durante la guerra del Vietnam, gli americani bombardarono la foresta vietnamita per incrementare le precipitazioni, ed impedire al nemico di avanzare.
 
Da oltre venti anni si parla di scie chimiche, e seppur queste abbiano una spiegazione scientifica logica, nessuno ha mai dato risposte definitive a quelle che talvolta appaiono come azioni di guerra climatica.
 
Ma ora spetta agli americani pagare milioni di dollari di danni per l’assurda anomalia climatica in atto, perché se ad est delle Montagne Rocciose il gelo è stato intenso come lo fu in un anno mediamente freddo della Piccola Era Glaciale, ad ovest la siccità ha prosciugato i bacini idrici e portato varie contee ad annunciare il razionamento idrico in vista dell’estate.
 
A causare queste anomalie di temperatura anche di 10°C sotto la media, e una siccità come non avveniva da oltre un secolo, è una concentrazione di pulviscolo che si è posizionato tra i 20 ed i 40 km di altezza, la cui natura è sconosciuta, e probabilmente derivante da una reazione chimica.
 
La flotta area, radar e satellitare non ha rilevato anomalie, eppure è inspiegabile la presenza e l’origine di questo pulviscolo.
 
E c’è, e non pochi, che sospettano che quanto sta accadendo sia opera di un Paese nemico o che ha interessi a creare una crisi economica senza precedenti negli USA.
 
Nel frattempo, mentre scriviamo, la notizia sta iniziando ad essere pubblicata dai mass media specialistici americani. Gli USA sono sotto attacco, e questo potrebbe avere ripercussioni anche in Europa.

Da http://blog.meteogiornale.it/

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Tumblr

About admin