Gallerie sotterranee sotto Mosca

Ogni grande città – non è fatta di soli edifici, strade, ponti e parchi. E ‘anche un complesso sistema di comunicazione sotterranee: La metro, le fognature e molti altri servizi.

Essi si intrecciano,  come i passaggi naturali, formando un enorme labirinto misterioso. Le persone che studiano le città, viaggiano in storie di sotterranei  misteriosi e di fatti inspiegabili.

In Russia, il più vasto sistema di strutture interrate è a Mosca.

Nel XVI secolo, durante il regno di Ivan il Terribile, sotto il Cremlino e attorno ad esso è stata scavata una rete di tunnel sotterranei.

La maggior parte delle costruzioni sotterranee sono state fatte nel XX secolo: la metropolitana e la Metro-2 (i cosiddetti tunnel stradali sotterranei che collegano le installazioni militari), bunker, pozzi di ventilazione e altro ancora.

galleria sotterranea

I ricercatori hanno  scoperto delle gallerie segrete che dal centro di Mosca vanno a decine di enormi complessi sotterranei.

Affermano che nei sotterranei di Mosca, abitano delle cavallette giganti, grandi come una penna a sfera. Ci sono anche  grandi scarafaggi bianchi, la cui lunghezza è di 10 centimetri.

Ci sono anche piante incredibili. In particolare, i ricercatori hanno trovato funghi oltre un metro di altezza.

Un gruppo di ricercatori dell’Istituto di Ecologia ed Evoluzione, Dell’Accademia Russa delle Scienze, sotto la direzione di Pegasova ha rivelato un numero enorme di pesci, alcuni casi senza pinne,  altri senza occhi.

Tutti questi pesci mutanti arrivano dalla rete fognaria, nascono lì.

Ratto gigante

Molti ricercatori hanno parlato di ratti mostruosi. Il primo incontro noto ha avuto luogo nel tunnel sotto lo zoo.

Lunghezza circa 65 centimetri, senza contare la coda, altezza – fino a 30 centimetri. Le proporzioni del corpo è del tutto coerente con il topo, ma la testa del ratto mutante è più stretta.

gallerie sotterranee

Nel 1990 i giornali di Mosca avevano pubblicato diversi articoli sui grandi ratti, visti dai costruttori della metropolitana. La loro descrizione coincide pienamente con la specie di animali che hanno incontrato gli scavatori.

Ex militare che lavorava nei  bunker ormai abbandonati adiacenti alla metropolitana.

Egli ha detto, che vicino al luogo di lavoro era zona radioattiva – intorno al bunker si potevano vedere centinaia di ratti enormi, simili a quelli descritti dagli scavatori e costruttori della metropolitana.

I biologi hanno espresso due versioni della comparsa di questi animali nei sotterranei di Mosca. In primo luogo – sono mutanti, generati da radiazioni (a favore di questa ipotesi è il fatto che questi mostri sono comparsi presso la centrale nucleare di Chernobyl dopo l’incidente). Il secondo punto di vista – che vivono sottoterra con un’altra specie, il cosiddetto ratto indonesiano che è circa cinque volte superiore a quelli che vivono normalmente in Russia.

Diversi animali esotici potrebbero essere stati portati a Mosca, e poi gettati nella fogna (oppure scappati  di casa), dove hanno trovato il ratto gigante, una grossa quantità di rifiuti alimentari e così si sono moltiplicati rapidamente.

Segni misteriosi in galleria

Fenomeni mistici nei sotterranei, i ricercatori dicono che spesso vedono una torcia davanti a loro. Ma se si avvicinano, la luce si spegne. I ricercatori, non sanno dare una spiegazione a questo fenomeno.

A volte, nel buio,  volano piccole incandescenti stelle, anche vicino alle persone.

Sulle pareti del vecchio tunnel sono stati trovati dei segni incomprensibili – non so chi e cosa hanno disegnato.

Il più delle volte le anomalie si verificano in aree che prima c’erano: i  cimiteri,  i templi e le chiese. Spesso appaiono alcune creature effimere come fantasmi.  Allungano le mani, e poi sembra che sprofondano nel terreno o passano attraverso il muro.

gallerie sotterranee 1

La Suora bianca

Sotto Ryazan, ex Convento di San Nicola Vyshsky, durante l’era sovietica era stato organizzato un campo estivo. Il monastero è associato a una leggenda locale: la sua badessa negli anni ’20 del secolo scorso, maledisse i bolscevichi e diverse suore, venne volontariamente murata in una cella segreta.

Per molto tempo  è stato osservato uno strano fenomeno: nella notte viene udito il suono ovattato di campane e di una donna che canta, e molti hanno visto un fantasma, che è soprannominato la suora Bianco – silhouette trasparente di oltre due metri di altezza.

Un Gruppo di ricercatori ha esplorato la grotta del monastero e ha trovato un passaggio segreto che portava dall’edificio principale alla cella più remota. Questo passaggio si trova proprio sotto, dove ci sono stati gli avvistamenti del fantasma .

Tra l’altro, quando i ricercatori tentarono di penetrare nel luogo di sepoltura, utilizzando i picconi, i mattoni, si comportarono in contrasto con le leggi della fisica, saltarono fuori dal muro verso l’esterno.

Fiori per il suicidio

Alcuni anni fa esaminarono le strutture sotterranee nella zona dell’Istituto di Ricerca di Emergency Care. NV Sklifosovsky. Sotto il corpo centrale trovarono un corpo incenerito, accanto a lui un mazzo di garofani freschi!

Improvvisamente, dallo spessore della volta in calcestruzzo apparse il fantasma. Spaventando i ricercatori che si affrettarono a uscire. Lungo la strada, uno di loro picchiò la testa, lacerandosi. Venne portato al pronto soccorso, che si trovava proprio sopra il punto di quell’incontro.

Mentre aspettava il medico sul divano. Vide una barella con un corpo coperto da un lenzuolo. Quando il medico sollevò il lenzuolo, il ricercatore rimase scioccato: era il corpo della donna fantasma.

Da una conversazione con gli infermieri gli venne rivelato che era morta mezz’ora prima.  La donna si era suicidata, gettandosi sotto le ruote di una autovettura.

Fantasmi pericolosi

Negli anni ’60 , al culmine della guerra fredda, il governo sovietico stava attivamente perseguendo l’idea di costruire città sotterranea nel centro di Mosca. Venne fatto anche un esperimento: un gruppo di volontari si offrì di vivere il più possibile nelle catacombe.

gallerie sotterranee 2

L’esperimento durò poco più di due mesi e si concluse con un fallimento: la maggior parte dei partecipanti gli vennero diagnosticati disturbi psichiatrici di vari gradi.

Ma i diari, dei partecipanti, furono molto significativi sulla vita tra i tunnel e le catacombe. Più voci erano state dedicate a strane persone con la pelle chiara e gli occhi grandi, venne definita una specie di tribù, che  in tempi antichi decise di vivere nel sottosuolo e si adattarono.

Questi esseri erano molto più pericolosi dei fantasmi.

Nelle catacombe abbandonate, si ritiene che si nascondono alcuni criminali violenti, maniaci.

I ricercatori trovarono un uomo., era fuggito dal carcere 20 anni prima. Era ovviamente malato di schizofrenia, cerco di uccidere le persone presenti. L’uomo indossava una maschera antigas, perché in carcere,  scoppiò un incendio e si bruciò la faccia. Ma il fuoco gli diede l’opportunità di fuggire e stabilirsi nelle catacombe.

Secondo le statistiche, nei sotterranei di Mosca, 20 persone all’anno svaniscono nel nulla, a causa dei ratti, maniaci o negligenza – nessuno può dirlo.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Tumblr

About admin