GLI SCIENZIATI HANNO CONFERMATO LA RELAZIONE GENETICA TRA HOMO SAPIENS E NEANDERTHAL

Il fatto che la somiglianza genetica tra alcuni uomini di Neanderthal e l’Homo Sapiens può sembrare scioccante. Tuttavia, molti scienziati ora ritengono che i geni degli europei moderni e asiatici hanno dall’ uno al quattro per cento del DNA dell’uomo di Neanderthal.

Gli scienziati hanno a lungo cercato di trovare le prove di questa somiglianza è il risultato di incroci tra Neanderthal e Homo sapiens. Così, l’altro giorno, un gruppo di scienziati europei ha dichiarato che grazie a modelli statistici, hanno trovato la prova che tra gli esseri umani e Neanderthal avevano avuto un rapporto sessuale.

In passato, le somiglianze di studio tra Neanderthal e gli esseri umani erano spesso considerati ragionevoli dai due possibili scenari. Sul primo, era stato proposto l’idea che un certo tipo di persone – quelli che in seguito diventarono eurasiatici moderni – che si svilupparono in alcune zone isolate dell’Africa.

Questo ha permesso loro di lasciare una somiglianza genetica con gli uomini di Neanderthal dopo la separazione dal loro antenato comune. Incroci teoria, invece, si sostiene che il rapporto sessuale tra le due specie (uomo di Neanderthal e Homo sapiens) si è verificato dopo la migrazione dell’Homo sapiens dall’Africa.

Per scoprire quale di queste teorie è la più vicina alla verità, gli scienziati hanno deciso di indagare sia, utilizzando i dati delle statistiche e sul modello evolutivo.

“Abbiamo dovuto fare  enormi calcoli matematici per determinare la plausibilità di ciascuno di questi scenari,” – dice Laurent Frantz, un biologo evoluzionista dell’Università di Wenning (Paesi Bassi) e co-autore del nuovo studio.

“I calcoli sono stati eseguiti nel modo seguente: abbiamo diviso il genoma in piccoli blocchi di uguale lunghezza e si basa su un modello creato sulla loro genealogia”, – l’esperto continua, indicando il fatto che questo metodo ha permesso loro con un alto grado di fiducia per dire che il rapporto tra le specie era avvenuto e in che periodo.

“La nostra analisi mostra che il modello che descrive la relazione tra le specie, è la più plausibile che si basa su radici africane consolidate.”

Gli scienziati dicono che il secondo scenario è davvero possibile, però, “non può da sola spiegare la somiglianza genetica della specie.”

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista scientifica «Genetics», opera in realtà contestata nel 2012, pubblicato sulla rivista “Proceedings of National Academy of Sciences”, che indica l’impossibilità di incrocio.

“Penso che il lavoro di qualcuno ha fatto un errore. Quando abbiamo testato le due teorie ha ricevuto un forte sostegno questo scenario, che descrive la crossability tra umani e Neanderthal. “

Metodo di studio statistico, i ricercatori inizialmente l’hanno testato per la storia genetica dello studio delle popolazioni di insetti e maiali in Europa e Sud-Est asiatico. Tuttavia, in seguito si sono resi conto che un tale modello poteva essere applicato nello studio delle relazioni interspecifiche, avendo una riserva limitata di materiale genetico. Inoltre, la Francia ritiene che i risultati delle loro ricerche (così come i risultati delle precedenti) dovrebbe finalmente porre fine alla controversia circa la crudeltà di alcune specie rispetto ad altre nel processo di evoluzione.

“Ci sono stati molti argomenti a favore di ciò che è realmente accaduto a tali specie. Alcuni credono che certi tipi di ominidi uccisi, spiazzano altre specie, ma la nostra ricerca dimostra che non è così semplice come sembra a prima vista, “- dice lo scienziato.

“A quanto pare, alcuni uomini di Neanderthal erano ancora in grado di assimilare in alcune popolazioni di persone ragionevoli e condividere il loro sangue” – prosegue il ricercatore.

Quindi, per pensare che un uomo ha cercato di distruggere tutto ciò che è diverso dal suo genere – è un opinione almeno, parzialmente sbagliata. Gli scienziati ritengono che il processo di evoluzione umana era molto più difficile e complessa di quanto si pensasse.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Tumblr

About admin