GLI SCIENZIATI RUSSI PREVEDONO IL RAFFREDDAMENTO GLOBALE

news-05032013 tinmoi phim nữ thần tự do (12) (1)

Gli scienziati russi ritengono che invece del riscaldamento globale della Terra la vera minaccia sia il raffreddamento globale . Questa previsione è stata affermata dopo che i scienziati hanno analizzato il fondale del lago El’gygytgyn situato nelle zone Anadyr e Chukotka Chaunskiy.

Gli esperti (Russi) hanno concluso che il mondo deve prepararsi per l’inizio del raffreddamento globale, dopo 20 anni di ricerca nel lago El’gygytgyn.  Formato da un meteorite, circa 3,5 milioni di anni fa. Il terreno del lago contiene una sorta di “mappa” dei cambiamenti climatici.

Analizzando le rocce sul fondo del lago sono stati identificati alcuni modelli, che i climatologi hanno concluso che in un prossimo futuro, l’umanità si troverà ad affrontare un forte raffreddamento. I ricercatori hanno anche osservato che il riscaldamento che ora osservato sul pianeta è un processo a breve termine.

Gli esperti dell’Organizzazione meteorologica mondiale hanno a lungo sostenuto che a causa dell’effetto serra la temperatura nell’atmosfera aumenterà, in questo secolo si aspettano 14 /15 anni molto caldi.

L’ONU è fiducioso nella teoria del riscaldamento globale

L’anno scorso è stato l’anno più caldo mai registrato – così la tendenza verso il riscaldamento globale continua,  pochi giorni fa i rappresentanti dell’Organizzazione meteorologica mondiale (WMO, una delle agenzie delle Nazioni Unite). “Crediamo che il riscaldamento globale continui. La crescente concentrazione di gas serra nell’atmosfera e l’accumulo di calore negli oceani ci garantisce un futuro più caldo, “- ha detto segretario generaledel WMO – Michel Jarraud (Michel Jarraud).

La temperatura dell’aria sul pianeta l’anno scorso era 0,57 gradi Celsius superiore alla media 1961-1990 (14 gradi). Inoltre,  i quattordici dei quindici anni più caldi (il record)  si sono verificati nel XXI secolo. Insieme a livelli record di temperatura, nel 2014, molte regioni hanno sperimentato forti piogge, inondazioni e siccità: questi fenomeni hanno confermato il quadro generale del clima che cambia.

I meteorologi hanno anche osservato che il record dello scorso anno è stato raggiunto in assenza di El Niño – fase Southern Oscillation (fluttuazioni della temperatura dell’acqua di superficie nel Pacifico equatoriale), in cui l’area di acqua riscaldata si muove ad est. L’anno più caldo prima di questo secolo (1998 °) è stato caratterizzato da un forte El Niño.

Il rapporto WMO è stato creato sulla base delle principali istituzioni accademiche di tutto il mondo, tra cui la NASA, il National Oceanic and Atmospheric Administration, Centro per Climate Prediction e la ricerca li.Hadley (UK) e altri. Questi dati sono stati raccolti dal 1850.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Tumblr

About admin