Navetta Spaziale Svizzera 2014

Lo Space Systems Svizzero (S3) iniziera’ i test di volo della sua nuova navicella spaziale che verra’ messa sul mercato dei satelliti da lanciare in orbita.
La S3, una società svizzera specializzata in sistemi spaziali e per l’aeronautica ha annunciato lo stanziamento di 265 milioni di dollari necessari per costruire un prototipo di veicolo spaziale autonomo.
La navetta il cui aspetto inevitabilmente fa pensare alle navette degli Stati Uniti deve essere il modo più veloce ed economico per mettere i satelliti  in orbita militari o civili. Per soli 10,5 milioni di $, l’azienda mettera’ in orbita un satellite di 250 kg a 700 km di altezza.  Il costo di questa navetta  sarebbe molto conveniente per le aziende private, perché sarebbe fino a quattro volte più economico rispetto ai costi  attualmente proposti dalla Russia attraverso i suoi vettori Soyuz. Per ridurre i costi di funzionamento, la navetta potra’ essere riutilizzata, una funzionalita’ già avanzata dagli Stati Uniti dopo la creazione dello Space Shuttle Columbia.
La navetta dopo essere stata fissata su un Airbus A300 verra’ portata a 10 km di altezza. A questa altezza, la navetta dovrebbe sganciarsi dall’Airbus A300 e attivare i propulsori per poi raggiungere 80.000 m. A questa alitezza l’atmosfera non è più un ostacolo consentendo alla  navetta di proseguire con i suoi motori fino a quota 700 km.Una volta che il satellite verra’ posizionato in orbita la navetta fara’ ritorno sulla terra su una pista appositamente creata o un aeroporto internazionale. L’intero processo sarà condotto automaticamente e il volo non sarà pilotato da esseri umani. I controlli saranno operati a distanza da un centro specializzato.Il primo volo di prova dovrebbe avvenire nel 2014,mentre nel 2017 la societa’ Svizzera S3 spera di posizionare in orbita il suo primo satellite.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Tumblr

About admin