Piramide nel Varesotto – Crenna e Maya

Piramide nel varesotto

Boston (USA) sono gli anni 70 un team composto da 2 speleologici e da 3 archeologi acquistano  un biglietto aereo  per recarsi in Lombardia (nord Italia) alla volta di una piccola frazione del Varesotto (CRENNA di Gallarate)…..una  cittadina che sorge sopra una collina artificiale avvolta da molti misteri.

Crenna è stata innumerevoli volte teatro di fatti inspiegabili,luci che si muovono a velocità erranti ,effetti sonori non giustificati e strane tracce ritrovate nei boschi limitrofi (zona cimitero) comunque i ricercatori in questione non avevano viaggiato oltre oceano per queste anomalie ma per dimostrare che sotto questa collina si erge una piramide.I loro studi erano iniziati 10 anni prima e confrontando tutto il materiale che avevano a disposizione compreso quello militare rilasciato su concessione dell’aeronautica italiana con fotografie aeree si resero conto ben presto che qualcosa non tornava….

Utilizzando materiale all’avanguardia (per l’epoca) scoprirono che questa presunta collina al suo interno era vuota i loro strumenti ricevevano un eco di ritorno molto distinto paragonarono il fenomeno ad una cassa armonica….Si trovarono di fronte a un “non senso”logico ,come faceva una piccola montagna in una zona pianeggiante ad essere cava ma allo stesso tempo solida?La risposta arrivò precisa e al momento giusto un archeologo del gruppo dal soprannome buffo “Bones Skull” trovo un piccolo ingresso sul lato nord della collina però troppo piccolo per poter entrare di persona ,quindi decise di mandare un piccolo cingolato filoguidato munito di telecamera ,luce e microfono.La sorpresa superò le aspettative ad una distanza di 15 m e ad una profondita circa di 8m la telecamera registro sassi rettangolari di dimensioni colossali incastrati perfettamente fino a formare pareti perfette.

All’indomani della sconcertante scoperta trovarono il cunicolo d’ingresso utilizzato per l’esplorazione completamente ricoperto di sassi e terra, ”ignoti” con l’aiuto di un escavatore avevano reso inaccessibile il sito in questione riversando qualche tonnellata di materiale, sicuramente preso altrove….

E così Crenna e la struttura a gradoni piramidale vennero dimenticati per sempre ,di sicuro qualcuno sapeva e ha voluto mettere un cover up su tutta la questione.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Tumblr

About admin