TRE NUOVI CRANI ALLUNGATI TROVATI IN ANTARTIDE

L’Archeologo Smithsonian Damian Waters e il suo team hanno trovato tre crani allungati nella regione di La Pail (Paille), Antartide. è stata una incredibile sorpresa per il mondo dell’archeologia del cranio, sono i primi resti umani scoperti in Antartide.

“Non possiamo crederci! Non solo abbiamo trovato resti umani in Antartide, abbiamo trovato il cranio allungato! Questa scoperta  farà  rivedere la nostra visione della storia dell’umanità nel suo complesso “- spiega concitato M. Waters

Come sapete, i teschi allungati in precedenza sono stati trovati in Perù e in Egitto, il che significa che c’era una civiltà precedente, molto prima di quella descritta nei  libri di storia.

E’  una scoperta assolutamente incredibile. Esso dimostra che esistevano migliaia di anni fa e già all’epoca erano in contatto tra le civiltà in Africa, Sud America e Antartide.

Tuttavia, molti dicono che questi crani  allungati sono molto di più del solito teschio umano. Modificare la forma è possibile , ma non si può aumentare il suo volume.

Inoltre, questi teschi hanno alcune  importanti caratteristiche fisiche  che li distinguono notevolmente da normali teschi umani.

Questa conoscenza è estremamente importante, indipendentemente dal fatto che questi sono teschi umani o appartengono a qualche altro tipo di umanoide. Sono importanti perchè stanno contribuendo a svelare la storia del nostro passato. Non c’è dubbio che i crani appartenevano a un gruppo incredibilmente misterioso di persone.

In precedenza, teschi simili sono stati trovati in Perù. La domanda che si fanno in molti è: Sono crani Alieni?

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Tumblr

About admin