Trovato nel sottosuolo un UFO

In Estonia, il Distretto Merivälja, vicino a Tallinn è uno dei luoghi più misteriosi della Terra in termini ufologici. A proposito di ciò che è accaduto qui in passato. Anche gli scienziati prendono seriamente l’argomento. Basta dire che tre paesi hanno esplorato la città nel tentativo di svelare il mistero.

E ‘iniziato quasi un romanzo poliziesco a metà degli anni ’60. del secolo scorso. Il proprietario di uno dei terreni nella zona Merivälja,  Virgo Mitt, decise di fare un pozzo, così iniziò  scavare nel suo giardino. Inizialmente, il lavoro progrediva senza problemi. Ma improvvisamente, ad una profondità di sette metri, la pala si bloccò per colpa di un oggetto metallico con una superficie liscia di colore grigio argento.

Virgo cercò in tutti i modi di oltrepassare l’oggetto girandoci attorno. Ma tutti i tentativi furono vani –  era molto grande.

Quindi tentò di perforare l’oggetto, riuscì nel suo intento, lo strato superiore si rivelò solido, ma non spesso. Sotto di esso c’era un altro strato, la cui consistenza era più strutturata, che ricordava i ” chiodi di garofano.”

Virgo, trovò un paio di pezzi metallici (dieci centimetri) – Così decise di tenerli come souvenir. Erano di un metallo solido sconosciuto, simile all’alluminio.

Nei giorni seguenti iniziarono accadere cose strane: di notte si udivano rumori simili alla caduta di mobili, utensili, libri.

Virgo Mitt era una persona socievole, molto appassionato di musica e cantava nel coro. Aveva molti amici, che invitava spesso a casa sua. Tra di loro c’era un fisico, che era molto interessato a tutta la storia .

Gli chiese a Virgo una scheggia di metallo per analizzarla. Gli scienziati rimasero senza fiato:  trovarono quasi 40 elementi della tavola periodica, che non si trovano in natura insieme! Inoltre, nelle attuali condizioni, creare una tale lega è semplicemente impossibile!

Nel 1969, questa scoperta finì sulla scrivania di un giovane scienziato Herbert Viydinga, accidentalmente venne toccato da uno degli ingegneri, che ricevette un colpo come una scarica elettrica potente e perse conoscenza.

Viyding rimase scioccato, prese molte volte la scheggia in mano, ma non accadde mai nulla di insolito. Da quel fatto lo scienziato decise di studiarlo.

Fece un esperimento che coinvolse un sacco di persone: personale dell’Istituto, amici,  parenti e anche dei sensitivi – più di 300 persone. I risultati sperimentali furono documentati.

Si scoprì che le persone reagivano al metallo sconosciuto in modo diverso: alcuni sentirono una leggera vibrazione, altri, il frammento freddo, alcuni vennero ustionati, qualcuno si sent’ meglio, e altri viceversa. Viyding analizzato i risultati identificò otto diversi tipi di esposizione. Era qualcosa a cui pensare …

Dal 1970 al 1988 il campione “oggetto M” (il frammento è stato chiamato così nelle relazioni ufficiali) è stato presentato per l’analisi a Mosca, agli istituti di ricerca scientifica e laboratori di Leningrado e Kiev . I risultati delle analisi vennero classificate, Viyding non ricevette mai nulla.

Poi chiese aiuto a Parve. Nessuno oggi sa veramente chi fosse,  si sapeva soltanto che dopo la guerra venne coinvolto nello sviluppo di nuove tecnologie per lo spazio e godeva di enorme prestigio a Mosca.

Con l’assistenza di Parve, i Frammenti di Merivälja vennero studiati presso l’Istituto dei Materiali di Aviazione, dall’Istituto di ingegneria e Fisica di Mosca, dall’Istituto Unione delle risorse minerarie,dall’Istituto di Ricerca di industria di metalli rari e una serie di altre organizzazioni segrete. Quasi subito da Mosca è arrivata la risposta: non toccate nulla.

Un partecipante diretto a quegli eventi misteriosi fu il famoso ufologo estone Igor Wolke. Una commissione supervisionava il lavoro di un certo D. – un dipendente di uno degli istituti di ricerca militari segreti.

Il gruppo di studio era formato da 14 persone.

Per motivi di sicurezza, il gruppo iniziò gli scavi fuori della zona anomala intorno alla casa Mitt. Questo territorio era stato recintato, nessuno poteva entrare senza autorizzazione. Nel lato est del giardino della casa venne scavata una fossa profonda come una casa a due piani.

La strana piastra metallica venne trovata ad una profondità di 7-8 metri, in quel momento vennero sospesi i lavori, i macchinari smisero di funzionare. Nella casa si sentirono strani colpi e nella notte dalla fossa scavata nella notte uscì un bagliore verde. Quindi uno dei ricercatori decise di scendere nella fossa con una corda. In un primo momento, tutto era calmo, ma all’improvviso si afflosciò.

Con grande difficoltà, venne riportato in superficie,  l’uomo era in uno stato terribile, non venne trovato nessun danno reale. Dopo un lungo soggiorno in ospedale, lo scienziato non riuscì mai a recuperare e non ricordò mai nulla di quello che accadde. Rimase un mistero.

I lavori durarono quattro mesi, trovarono un oggetto a forma di triangolo verde .

Il misterioso “triangolo verde” bruciò un ricercatore e sul suo corpo bruciato gli trovarono quattro diamanti. ” Dopo l’incidente, tutti i lavori vennero fermati. Improvvisamente incominciò ad apparire nel pozzo dell’acqua. Tentarono di utilizzare delle pompe per eliminare l’acqua ma non funzionarono. Così decisero  di continuare lo studio dell’oggetto nell’anno successivo.

Nel 1984, venne fatto un altro tentativo per ottenere ulteriori campioni e per chiarire la situazione. Con ordinanza del vice-presidente dell’Unione Sovietica venne fatta una nuova task force. L’acqua venne pompata dal pozzo e le pareti vennero sondate con il magnetometro. Ad una profondità di 6,5 metri venne segnalata la presenza di un materiale magnetico forte. Ma a causa delle grandi dimensioni, la sua estrazione fallì.

Nel 1985, venne scoperto uno strato orizzontale di pirite, quindi venne concluso che l’ anomalia magnetica fosse generata da essa. Il verdetto fu breve – di portare avanti i lavori erano impraticabili.

 

 

 

 

I lavori si fermarono Ufficialmente.

Le persone parlarono di un oggetto metallico misterioso segretamente rimosso e portato in un laboratorio segreto del Ministero della Difesa. Gli Ufologia presentarono una loro versione fantastica: il misterioso “oggetto” ha una mente propria o è controllato da qualcuno.

Nel settembre del 1988, morì improvvisamente Herbert Viyding (ufficialmente – da un attacco di cuore). Quasi immediatamente dal suo ufficio sparirono tutti i documenti relativi all’oggetto M.

Un anno dopo morì anche Parve.

Anche il tragico destino dello scopritore “dell’oggetto M” Virgo Mitt. La sua salute si è deteriorò rapidamente.Gli esperti gli consigliarono di allontanarsi dalla zona anomala, ma lui rifiutò. Già 1980, non camminava più,  morì nel 1987.

Oggi è difficile dire se la sua malattia era legato all’ “oggetto”, ma resta il dubbio.

IL 6 novembre cominciarono a riempire il pozzo con la sabbia, ci fu un boato assordante che fu sentito da migliaia di persone a grande distanza.

Tuttavia, non fece nessun danno nella zona. I tentativi che vennero fatti per scoprire la causa di questo fenomeno furono nulli. Il 15 novembre, quando venne scaricata altra sabbia nel pozzo, iniziò l’inferno in casa Virgo: incendi, libri caduti, rumori e colpi strani.

Qualche tempo dopo nel seminterrato,  le lampadine diventavano incandescenti, anche da spente.

Chiamarono degli esperti di poltergeist ritennero che la causa di queste anomalie era l’oggetto misterioso. Che era in grado di rompere la struttura spazio-temporale del luogo.

Che cosa è il misterioso “oggetto M”??

L’oggetto ha un contorno ovale con un diametro di circa 15 metri. Il suo limite superiore si trova ad una profondità di 3 a 7 metri con un tuffo a est con un angolo di 35-40 °. Il diametro verticale dell’oggetto nella parte centrale raggiunge 2,5-4 metri con una diminuzione ai bordi. Circa un terzo di esso è sotto l’edificio. A giudicare dal peso relativo del campione, solo il peso del guscio della struttura è di 200 tonnellate.

Nei primi anni 90. I. Wolke famoso parapsicologo di Mosca venne invitato a Tallinn. Lo portarono a visitare il luogo leggendario in Merivälja.

Quando arrivò nel luogo disse:  “L’oggetto è ancora sottoterra. Inoltre, a pochi metri di distanza c’è ne un altro, leggermente più piccolo.

Wolke espresse la sua ipotesi: “Penso che questo è una sorta di faro. Beh, sai,  l’uomo ha inventato il semaforo per le auto per essere più facile a navigare sulle strade. Questo è il sistema di navigazione per gli ufo. ”

Hili Vires una volta ha affermato che “l’oggetto M” – è una nave polivalente a un  faro per i veicoli spaziali e un laboratorio scientifico,  ha avvertito che non si può toccare.

Uno dei “contattisti” russi sostiene che si tratta di una sonda aliena, che agisce come un generatore per la correzione del campo terrestre. Quindi, non ci è permesso di prenderla.”

A quel tempo, il capo della ricerca “compagno D” ha proposto di costruire dove c’è l’ “oggetto M”quattro piani interrati. Alcune teste calde, vorrebbero demolire la casa Mitt e mettere alla luce l’oggetto. per avere 200 tonnellate di metallo unico e in più eventuali contenuti inestimabili: motori, attrezzature …”

Dopo tutto, non sappiamo di come questa “cosa” risponda alla nostra invasione. Basti ricordare i tentativi già intrapresi, serviti a nulla.

Oggi Merivälja è un prestigioso quartiere di Tallinn, gli estoni  ricchi hanno costruito delle belle e grandi case. Ma è necessario passare attraverso le piccole strade per andare a casa Mitt. Nella casa accanto abita una anziana signora.

Si tratta di una testimonianza di quegli eventi. “Ho vissuto molto tempo e so la storia – dice. – Potrei dire molto … “La vecchia donna mostra un piccolo appezzamento di terra vicino al recinto:” Sai, questo è il posto più sgradevole del  cortile. Se ci si avvicina, inizia subito un terribile mal di testa. Il guaio è che questo posto è troppo vicino a casa, e, a volte, in alcuni giorni mi viene un dolore insopportabile. ”

I gatti in calore si riuniscono in quel punto in branchi. Invece il cane, al contrario, sta il più lontano possibile. In inverno, questo posto è praticamente ricoperto di neve, quando si scioglie in primavera,  ci sta già crescendo l’erba.

Il 24 febbraio 1989 venne sollevata la bandiera nazionale blu-nero-bianco dell’Estonia nel cortile della casa Mitt. La cerimonia si svolse alla presenza dei rappresentanti governativi. Ciò significa che l’oggetto misterioso è diventato un tesoro nazionale del giovane Stato indipendente, e si deciderà come utilizzarlo.

Nel 1991, una spedizione a Merivälja arrivò dal Giappone.

Gli archeologi iniziarono a scavare furiosamente nel terreno, ma il pozzo era costantemente pieno d’acqua. Poi si scoprì che non avevano i permessi per studiare l’oggetto.

Uno scoppiò uno scandalo. Il governo estone cacciò i giapponesi.Successivamente si scoprì che la spedizione era guidata  servizi segreti giapponesi …

Se è davvero “UFO” alieno, lasciamolo che rimanga più a lungo intatto. Tutto a tempo debito …

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Tumblr

About admin